“Il premio Nobel per la Medicina britannico, Richard J. Roberts, ha accusato le maggiori aziende farmaceutiche di mettere i loro interessi economici prima della salute, nel “trattenere” il progresso scientifico nel trattamento delle malattie, perché la guarigione non è redditizia.” I farmaci che curano non sono redditizi e non sono stati sviluppati dalle aziende farmaceutiche, che parallelamente a sviluppano farmaci che per funzionare e non aggravare la malattie devono essere presi senza interruzione, trattamenti a lungo periodo o a vita.” Roberts ha dichiarato in un’intervista con la rivista “PijamaSurf”.

Alcuni farmaci che potrebbero completamente curare una malattia non sono sviluppati. È normale per l’industria della salute che è governata dagli stessi valori e principi del mercato capitalistico, che tra l’altro sono molto simili a quelli della mafia? “Chiede il premio Nobel per la medicina 1993.

Lo scienziato e ricercatore accusa i laboratori di dimenticarsi di servire il popolo per prendersi cura della redditività economica. “Ho visto come, in alcuni casi, i ricercatori che dipendevano da fondi privati hanno scoperto alcuni farmaci molto efficaci che potrebbero superare del tutto alcune malattie”, ha detto.

Ha poi aggiunto che le aziende cessano la ricerca perché “Le aziende farmaceutiche sono più interessate al vostro portafoglio che la vostra salute, questo è il motivo per cui le ricerche, improvvisamente, vengono deviate verso la scoperta di farmaci che non guariranno no, ma che rendono la malattia cronica e permettono ai pazienti di vedere i miglioramenti che scompaiono non appena si smette di prendere il farmaco. ”

Per quanto riguarda i motivi per cui i politici non intervengono, Roberts dice che “nel nostro sistema, i politici sono solo grandi collaboratori, seguono il dio denaro come quello che le aziende investono in ciò che è necessario per assicurare la vittoria dei loro “puledri”, e se non emergeranno vittoriosi, si comprano i funzionari eletti ”

di La verità di Ninco Nanco